Tracce NOTAV

 

Testimonianza raccolta il 17/02/2020 a Bruzolo

 

Arriva in valle nel 2000. Sulle prime è piuttosto indifferente rispetto alla lotta notav ma dal 2003 si sente sempre più coinvolta.

Fin dai tempi della scuola manifesta interesse per l’impegno politico ed è attiva in un coordinamento di studenti.
Alle sue spalle ha alcune esperienze nel volontariato, oggi è rappresentante sindacale dell’USB: impiegata amministrativa in una clinica privata di Torino non nasconde la sua militanza notav e non riesce ad accettare l’indifferenza e l’ostilità dei colleghi vittime di pregiudizi e disinformazione.
Attiva nel comitato notav di Bruzolo partecipa a tutte le manifestazioni.
Nel corso di un presidio di protesta allo svincolo autostradale del Vernetto viene inseguita e picchiata dai poliziotti: caduta a terra le viene spezzata una caviglia e ancora oggi è incredula al ricordo degli altri poliziotti che in quell’occasione rimangono indifferenti alle sue richieste di aiuto.
Già anni prima, a Venaus, era rimasta colpita nel vedere le prime violenze della polizia.
Il giudizio sugli organi di stampa in relazione alla lotta notav è drastico, la diffidenza nei confronti dei politici e dei partiti è massima.
La sua adesione alle ragioni notav è decisamente “politica” e rimprovera agli amministratori locali di non aver saputo cogliere le potenzialità della lotta notav per attuare politiche innovative, in particolare rispetto all’ambiente

 

Titti è nata a Ariano Irpino nel '58, oggi vive a Bruzolo

 

 

Altri video:

 

Le canzoni NO TAV
Le canzoni NO TAV
Laura
Laura
Celerina
Celerina
Titti
Titti
Saveria
Saveria
Maria
Maria
Marisa
Marisa
Mira
Mira
Gino
Gino
Franco
Franco
Italo
Italo
Remo
Remo
Ezio
Ezio