Tracce NOTAV

 

Testimonianza raccolta il 18/02/2020 a Condove

 

Mi chiamo Mira: il mio nome vero è Palmira, ma non mi piaceva allora, perché era troppo lungo e troppo “impegnativo”. Allora ne abbiamo tagliato un pezzo, sono diventata Mira e tutti mi conoscono come Mira...

Inizia così il suo racconto Mira ed è difficile non venire immediatamente catturati dalla sua simpatia. Ci tiene subito a ricordare la prima volta che ha conosciuto il movimento notav nel ‘96: “Mi ricordo che ho litigato con mio marito... ” ma la voglia di capire è stato più forte e la passione ha fatto il resto.
Credente e innamorata del Vangelo, da giovane ha fatto volontariato in Africa come infermiera, poi come assistente sanitaria ha lavorato nelle scuole.
Dell’esperienza con il CISV in Burundi conserva ricordi speciali, il suo carattere ribelle e il suo amore per la giustizia hanno già allora creato attriti con le gerarchie.
Prima di andare in Africa si era fatta le ossa nelle periferie torinesi e la sua militanza nel movimento notav è segnata dalle esperienze precedenti in cui aveva imparato ad accettare le diversità.
Sempre pronta al dialogo e al confronto, e sempre guidata dal Vangelo, non esita a riconoscere che si trova più a suo agio con gli anarchici che tra i fedeli della parrocchia: soffre il non schierarsi delle gerarchie della chiesa con i più deboli, anche sulle questioni che riguardano il tav.
Quando percepisce il rischio di rinchiudersi in sé stessa si lancia con rinnovato entusiasmo nelle iniziative delle “fumne” notav e il sorriso che illumina il suo volto è irresistibile.

 

Mira è nata a Moncalieri nel '38, oggi vive a Condove

 

Altri video:

 

Ezio
Ezio
Le canzoni NO TAV
Le canzoni NO TAV
Maria
Maria
Italo
Italo
Franco
Franco
Gino
Gino
Celerina
Celerina
Remo
Remo
Marisa
Marisa
Saveria
Saveria
Laura
Laura
Mira
Mira
Titti
Titti