Notizie dal Controsservatorio Valsusa - giugno 2022

Notizie dal Controsservatorio Valsusa - giugno 2022
ma
  Se non visualizzi le immagini scegli "mostra i contenuti remoti" sul tuo programma di posta o apri il messaggio online  
 
 
 

Controsservatorio valsusa logo250px

 

 

Notizie dal Controsservatorio Valsusa

Newsletter  del 08 Dicembre 2022

 
 
 
 

Mentre la guerra porta con sé morte e distruzione sul campo e svuota la democrazia ovunque sentiamo il dovere di non arrenderci. Non ci arrendiamo alla violenza delle armi e alla violenza che azzera i pochi spazi rimasti di informazione libera e di pensiero critico, non ci arrendiamo alla violenza che utilizza anche la guerra come pretesto per imporre il silenzio o mettere la sordina sui tanti problemi con cui ogni giorno occorre fare i conti mentre cresce a dismisura il numero di coloro che sono chiamati a pagare il conto.

 

Come Controsservatorio Val Susa ci sentiamo impegnati su diversi fronti per contrastare questo processo degenerativo e non ci arrendiamo, consapevoli che i problemi che riguardano il TAV Torino-Lione sono una piccola parte del tutto. Oggi cerchiamo di dare qualche risposta a chi si chiede a che punto è il TAV, quali cantieri sono aperti in Italia e in Francia, cosa c’è di vero nelle veline diffuse dai grandi mezzi d’informazione, quali ricatti vengono utilizzati per dividere il fronte di opposizione: le chiamano “compensazioni” ma per le amministrazioni locali sono esche avvelenate sparse con l’intento di dividerle dal movimento.
E in continuità con l’impegno che ci ha portati a pubblicare una graphic novel sui mutamenti climatici e le responsabilità della politica riportiamo dati sull’impatto climatico reale della “grande opera” per contrastare la narrazione che il TAV Torino-Lione ridurrà le emissioni di CO2.

 

Una scheda che tocca questi temi, è pubblicata sul nostro sito (disponibile anche in pdf): si rivolge soprattutto a chi, al di fuori della Val di Susa, ha poche occasioni e possibilità di essere informato.
E’ un documento sintetico che non ha la pretesa di approfondire i vari aspetti ma, tenendo conto del contesto più generale in cui ci troviamo oggi e della nebbia soffocante calata dall’alto (anche) sulla resistenza popolare contro il TAV in Val di Susa, può forse essere utile per tener viva l’attenzione, per dare qualche risposta, per suscitare altre domande.

Trovate la scheda qui: https://www.controsservatoriovalsusa.org/tav-ilpunto-maggio-2022


 

 
 
  Se non vuoi più ricevere la newsletter Cancellati
 

Email built with AcyMailing